DTM

DTM Italia: Indagine di Monitoraggio dei Flussi (Flow Monitoring Survey)

Il Displacement Tracking Matrix (DTM) è un sistema per monitorare i movimenti di popolazione interni e internazionali. In Italia, DTM monitora i flussi giornalieri dei migranti che arrivano via mare seguendo la rotta del Mediterraneo Centrale e conduce un’indagine con raccolta di interviste su un campione di essi (FMS, Flow Monitoring Survey).

Da giugno a novembre 2016, oltre 6400 interviste sono state raccolte da un team di intervistatori OIM in circa 40 punti di ingresso e di transito dei migranti in Sicilia, Puglia e Calabria, compresi i 4 hotspots attivi nel paese.

Da Febbraio 2017, la raccolta dati è ripresa in 5 Regioni d’Italia: Sicilia, Puglia, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Liguria. Nel Sud Italia (Sicilia e Puglia) i migranti sono intervistati in punti di ingresso e di transito vicini ai porti dove hanno luogo le operazioni di sbarco successive alle operazioni SAR (Search and Rescue, Ricerca e Soccorso) (Catania, Pozzallo, Ragusa, Trapani, Bari, Brindisi e Taranto). In Lombardia e Liguria la raccolta dati avviene in centri per transitanti vicini alla frontiera con la Svizzera (Como) e la Francia (Ventimiglia) e a Milano. In Friuli Venezia Giulia, la raccolta dati si è svolta per 2 mesi in centri di accoglienza per richiedenti asilo che ospitano in prevalenza migranti arrivati dalla frontiera terrestre con la Slovenia e l’Austria.

Le interviste sono anonime e volontarie e si rivolgono a migranti non europei di età uguale o superiore ai 14 anni, arrivati in Italia da non più di un anno al momento dell’intervista. Il campione non è quindi casuale ma la sua composizione in termini di nazionalità, sesso e età degli intervistati risulta molto simile a quella della popolazione totale di migranti che arrivano via mare in Italia.

Il Modulo Base del questionario - usato da DTM in molti paesi - raccoglie informazioni su: il background socio-economico degli intervistati; i percorsi migratori seguiti; la regione di origine nell’ultimo paese di residenza abituale; i motivi della partenza dall'ultimo paese di residenza abituale; il paese di destinazione desiderato; con chi viaggiano.

L’indagine condotta in Italia, Bulgaria, Grecia, Ungheria, ex Repubblica Iugoslava di Macedonia e Serbia comprende anche un Modulo aggiuntivo volto a tracciare la prevalenza di pratiche di sfruttamento e tratta vissute nei paesi in transito. Il Modulo è stato preparato dall’Unità “Assistance to Vulnerable Migrants” (AVM) di OIM e raccoglie informazioni su eventi vissuti direttamente dal migrante o osservate ai danni di altri durante il viaggio . In particolare, all’intervistato viene chiesto se:

  1. Ha lavorato o svolto attività senza ricevere il pagamento che si aspettava;
  2. È stato costretto a svolgere un lavoro o attività contro la propria volontà;
  3. È stato avvicinato da qualcuno con l’offerta di un matrimonio organizzato (per l’intervistato o per qualcuno della sua famiglia);
  4. È stato tenuto in un luogo chiuso contro la propria volontà;
  5. È a conoscenza di casi in cui i migranti in viaggio sono stati avvicinati da persone che offrono denaro in cambio di sangue, organi, o di altre parti del corpo;
  6. È a conoscenza di casi in cui i migranti in viaggio sono stati forzati a dare sangue, organi, o altre parti del corpo.

In Italia, sono in fase di test due domande aggiuntive su violenza fisica e sessuale, per capire se il migrante durante il viaggio:

  1. Ha subito personalmente violenza fisica di qualsiasi sorta;
  2. È a conoscenza di casi in cui i migranti in viaggio sono stati minacciati con violenza sessuale.

La raccolta di dati riguardanti esperienze vissute dai migranti durante il viaggio non ha l’obiettivo di identificare vittime di tratta così come definite dalla normativa internazionale e italiana, ma serve a fornire un quadro sintetico e sistematico sulla prevalenza di pratiche di sfruttamento e violenza e sul luogo e le circostanze in cui queste avvvengono più frequentemente.

Ultimi rapporti disponibili:
● Rapporto – Flow Monitoring Survey in Italia – dati 2016 (qui)
● Rapporto – Flow Monitoring and Human Trafficking Surveys in the Mediterranean and Beyond – dati Febbraio-Aprile 2017 (qui)

 

Tutto il materiale prodotto da DTM per quanto riguarda l'area del Mediterraneo si trova nella Sezione "Documents" del portale: http://migration.iom.int/europe/

 

Per gli aggiornamenti su attività e lavori pubblicati a livello globale, è possibile iscriversi alla Newsletter DTM a questo link: http://bit.ly/DTMNewsSubscribe

 

 

 Questo progetto è finanziato con il sostegno dell’UK Department of International Development (DFID)