ADMiN 4 ALL

La popolazione degli Stati Membri dell’UE è sempre più diversificata a seguito della mobilità all’interno dell’Unione stessa e di un flusso migratorio proveniente da Paesi Terzi. Quest’ultimo comprende sia le comunità migranti presenti in Italia da più generazioni che migranti e i richiedenti asilo di più recente arrivo. L’ aumento della diversità, associato a marginalizzazione e vulnerabilità per alcuni gruppi, rappresenta una sfida per il successo dell’integrazione socio-economica dei migranti in Europa e di una coesione economico-sociale all’interno delle comunità locali.

Una risposta politica a livello locale è fondamentale a riguardo per affrontare sia la sfida per un’inclusione socio-economica di successo che quella che riguarda le modalità attraverso le quali sviluppare comunità che possano essere sempre più inclusive. In particolare, gli enti che a livello locale erogano servizi sociali, e che si occupano di politiche attive del lavoro, spesso incontrano delle difficoltà nel raggiungere con successo e sostenere i migranti più vulnerabili e i rifugiati presenti nei loro territori di competenza. Esistono infatti delle lacune tra il momento in cui viene fornito al migrante o al rifugiato un primo servizio di orientamento e supporto immediato e la successiva erogazione del servizio pubblico, (sostegno al reddito, inserimento nel mercato del lavoro, servizi sociali), ai quali i migranti e i rifugiati possono fare richiesta.

In questo contesto, il progetto Supporting Active Inclusion of Disadvantaged Migrants in Europa si inserisce come un intervento volto al rafforzamento delle capacità degli enti locali nello sviluppare strategie sostenibili per un’integrazione socio-economica riuscita dei migranti vulnerabili.

Obiettivi:

L’obiettivo principale di questa azione preparatoria è quello di rafforzare le competenze delle amministrazioni locali e degli altri che erogano servizi sul territorio, ed in particolare del loro personale impegnato in prima linea, nel trattare con le molteplici dimensioni dell’inclusione socio-economica a lungo termine dei migranti e dei rifugiati a livello locale. Ciò sarà realizzato attraverso la creazione di una serie di corsi di formazione e di attività di peer-mentoring per le autorità locali e per gli enti governativi e non governativi che offrono i propri servizi, compresi i lavoratori in prima linea che si occupano dei bisogni specifici e delle situazioni di difficoltà dei migranti vulnerabili.

Le attività di rafforzamento delle competenze saranno focalizzate sul fornire un servizio sociale e amministrativo accessibile e adatto a rispondere ai diversi bisogni, così come al promuovere approcci partecipativi all’integrazione dei migranti a livello locale e tra i vari interlocutori, privati e rappresentanti del terzo settore.

 

Ambito di intervento e durata
Il progetto verrà implementato in alcune municipalità scelte tra i seguenti Paesi Membri: Italia (Bari, Firenze, Napoli e Milano), Austria (Bruck an der Leitha, Tulln e Korneuburg), Polonia (Poznań, Warsaw e Wroclav), e Romania (Bucharest e Cluj).
L’intervento sarà focalizzato sui migranti provenienti da Paesi Terzi, presenti da lungo tempo sul territorio, e, su coloro i quali, arrivati più di recente, tra cui richiedenti asilo e rifugiati, stanno vivendo situazioni di particolare svantaggio economico e sociale.

Il progetto sarà realizzato in un arco temporale di 15 mesi compresi tra Marzo 2016 e Maggio 2017, e sarà coordinato dall’ufficio di IOM Roma.

 

For more information contact the ADMin4ALL project team at IOM Italy:
Tel. +39 06 44186 204
e-mail: ddisanto@iom.int