• La storia di Promise, vittima di tratta assistita dall'OIM

    Arrivata in Italia con la promessa di diventare parruccchiera, Promise è stata costretta dai suoi aguzzini a prostituirsi. E’ riuscita a liberarsi dal circuito di sfruttamento ed è stata assistita dal team OIM in Sicilia. La sua storia dimostra come i minori siano i soggetti più vulnerabili del fenomeno della migrazione irregolare.

     

I am a migrant

I am a migrant

Notizie

30 settembre

LAMPEDUSA DICHIARATA PORTO NON SICURO, A RISCHIO IL SALVATAGGIO IN MARE


soccorsolampedusa.jpg30 settembre 2011 - OIM, UNHCR e Save the Children esprimono la propria preoccupazione in merito alla decisione delle autorità italiane di dichiarare Lampedusa porto non sicuro. Tale decisione rischia di indebolire l’intero sistema di soccorso in mare di migranti e richiedenti asilo e al tempo stesso di aumentare la complessità ed il livello di rischio delle operazioni di salvataggio. Le organizzazioni inoltre esprimono contrarietà per la prassi del trattenimento dei migranti sulle navi.

14 settembre

AVVIATO UN PROGRAMMA DI RITORNO VOLONTARIO ASSISTITO PER I MIGRANTI ARRIVATI IN ITALIA DAL NORD AFRICA

untitled.jpg14 settembre 2011 - Promuovere lo strumento del ritorno volontario assistito a quegli stranieri che, fuggiti in questi mesi dal nord Africa, desiderano ritornare nel proprio paese di origine. Questo l’obiettivo stabilito dalla convenzione firmata ieri dal Commissario delegato per l’emergenza umanitaria legata all’eccezionale afflusso di cittadini dai Paesi del Nord Africa, Franco Gabrielli e il Direttore dell’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell'OIM, José Angel Oropeza.

8 settembre

L'OIM AIUTA LA DIASPORA A SOSTENERE GLI SFOLLATI SOMALI

untitled.jpg8 settembre 2011 - Sostenere i somali in fuga a causa della guerra civile tramite progetti di cosviluppo volti a migliorare le loro condizioni di vita e stimolare iniziative transazionali. Questo l’obiettivo di una serie di iniziative promosse e avviate da 9 associazioni della diaspora somala in Italia nell’ambito del progetto MIDA Somalia dell'OIM.

1 settembre 2011

 LIBIA: L'OIM ESPRIME PREOCCUPAZIONE PER LE DIFFICOLTA' INCONTRATE NELL'ASSISTERE I MIGRANTI PIU' VULNERABILI

1 settembremisrata-evacuations15.jpg 2011 - L'OIM, che proprio ieri ha effettuato una terza missione di evacuazione via nave da Tripoli, esprime preoccupazione per la sorte di molti migranti vulnerabili che si trovano nella capitale libica e che non riescono a lasciare la città. Nonostante i continui tentativi, l’OIM è finora riuscita a evacuare solo un numero minimo di migranti subsahariani e di altre persone in condizione di particolare vulnerabilità. 

29 agosto 2011

 LIBIA: L'OIM CONCLUDE LA SECONDA OPERAZIONE DI EVACUAZIONE DI MIGRANTI DA TRIPOLI

29 agostmisrata-evacuations06.jpgo 2011 - Circa 850 migranti e cittadini libici in condizioni di forte vulnerabilità, tra i quali donne e bambini, sono stati evacuati ieri da Tripoli a bordo di una nave noleggiata dall’OIM. La Azzura è al momento in viaggio verso Bengasi dove dovrebbe arrivare nella serata di oggi. Questa è la seconda operazione dopo la prima che ha permesso l’evacuazione di 263 migranti da Tripoli; il numero totale di migranti soccorsi sale quindi a più di 1000.

25 Agosto

 LIBIA: L'OIM AVVIA LA PRIMA OPERAZIONE DI EVACUAZIONE DI MIGRANTI DA TRIPOLI

25 agostmisrata-evacuations08.jpgo 2011 - Lo staff dell’OIM ha iniziato ad imbarcare i migranti intenzionati a lasciare la capitale libica, Tripoli, su una nave diretta a Bengasi. ’imbarcazione noleggiata dall’OIM, rimasta al largo di Tripoli da martedì sera, è riuscita finalmente da attraccare nel corso della mattinata di oggi, giovedì, quando le condizioni di sicurezza attorno all’area del porto sono migliorate.Tra i circa 200 stranieri evacuati ci sono egiziani, filippini, canadesi, algerini, marocchini e italiani.

22 agosto

LIBIA: NAVE DELL'OIM IN ROTTA VERSO TRIPOLI PER EVACUARE I MIGRANTI BLOCCATI IN CITTA'

22 agostmisrata-evacuations05.jpgo 2011 - Una nave noleggiata dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) è attualmente in viaggio verso la capitale libica, Tripoli, per evacuare i migranti bloccati in città. La nave, che può trasportare fino a 300 persone, ha lasciato Bengasi lunedì mattina dopo aver evacuato 124 migranti da Misurata. La “Tasucu” (questo il nome dell’imbarcazione), dovrebbe arrivare a Tripoli domani, martedì, per ripartire per Bengasi non appena possibile.

20 luglio 2011


CONTINUANO LE ATTIVITA’ DI ASSISTENZA DELL’OIM AI MIGRANTI SBARCATI SULLE COSTE ITALIANE

loim_a_lampedusa_foto_a.capasso.jpg20 luglio 2011 - Team dell’OIM sono ancora attivi a Lampedusa, in Sicilia e in Puglia per fornire assistenza ai migranti che, in queste settimane, continuano ad arrivare sull’isola. ll personale dell’OIM - insieme a quello dell’UNHCR e di Save the Children - si occupa, nell’ambito del Progetto Praesidium finanziato dal Ministero dell’Interno, di monitorare il buon andamento delle procedure di accoglienza all’arrivo dei migranti, fornendo un servizio di counseling legale anche in momenti di grande difficoltà. .

6 luglio 2011

Presentati i risultati finali del Progetto Mare Nostrum: le attività
dell’OIM nei Centri per Richiedenti Asilo di Crotone, Trapani, Caltanissetta,
Bari , Mineo e nei Centri Aperti di Malta

dscn6718.jpg6 luglio 2011 Fornire un supporto alle persone bisognose di protezione internazionale che arrivano sulle coste marittime italiane e maltesi. Questo lo scopo del Progetto Mare Nostrum, realizzato in sud Italia e a Malta , i cui risultati finali sono stati presentati a Roma lo scorso giovedì 30 giugno.

23 giugno

CONCLUSO IL CORSO DI FORMAZIONE "ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO"

corso.jpg

23 giugno 2011 - Si è svolta il 23 Giugno la cerimonia finale di consegna degli attestati del Corso “A.MI.CO” – Associazioni migranti per il Co-sviluppo”, promosso dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) con il finanziamento della Cooperazione Italiana (Ministero Affari Esteri) e il contributo formativo della Provincia di Roma e del Laboratorio Migrazione e Sviluppo.