Home / Notizie / - PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN

- PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN

RITORNO VOLONTARIO E ASSISTITO: PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN 

conferenza_vren.jpg28 novembre 2013 - Si è  svolta alcuni giorni fa a Bruxelles la Conferenza Finale del  Progetto VREN (Voluntary Return European Network). L’evento ha avuto lo scopo di illustrare le attività svolte nel corso dei 24 mesi del progetto, avviato nel gennaio 2012 e in conclusione a fine dicembre 2013.


RITORNO VOLONTARIO E ASSISTITO: PRESENTATE A BRUXELLES LE CONCLUSIONI DEL PROGETTO VREN (VOLUNTARY RETURN EUROPEAN NETWORK)

 
 
 

28 novembre 2013 –Si è  svolta alcuni giorni fa a Bruxelles la Conferenza Finale del  Progetto VREN (Voluntary Return European Network), iniziativa co-finanziata dal Fondo Europeo per il Rimpatrio insieme a 16 stati partner e realizzato con il coordinamento dell’OIM Roma. L’evento ha avuto lo scopo di illustrare le attività svolte nel corso dei 24 mesi del progetto, avviato nel gennaio 2012 e in conclusione a fine dicembre 2013.
 
conferenza_vren.jpg“VREN”, spiega José Angel Oropeza, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento OIM per il Mediterraneo, “è di fatto una rete virtuale – una E-community - nata con l’intenzione di mettere in rete tutti coloro che a diverso titolo intervengono nelle varie fasi del ritorno volontario e della reintegrazione dei migranti, a partire dai paesi che sostengono il progetto: Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Finlandia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Portogallo, Slovacchia, Spagna, Regno Unito  e Svizzera, fino a includere paesi di origine dei migranti eventualmente interessati.”
 
La conferenza ha visto la partecipazione di delegati di 19 stati membri dell’Unione Europea e della Svizzera, in particolare di istituzioni, agenzie governative e non governative impegnate in attività di Ritorno Volontario e Assistito (AVR). Il dibattito svoltosi nel corso dell’evento - moderato da rappresentanti dell’OIM Roma, dell’Ufficio Regionale OIM di Bruxelles per l’UE la Nato, e l’area economica europea e dal Direttorato Affari Interni della Commissione Europea – ha portato alla presentazione di raccomandazioni sul futuro del Ritorno volontario e Assistito.
 
Tali raccomandazioni hanno preso spunto proprio dalle discussioni tematiche on-line promosse dalla piattaforma del sito VREN nel corso degli ultimi mesi. Le discussioni hanno affrontato vari temi relativi al Ritorno Volontario già evidenziati nel corso del meeting dell’Advisory Group tenutosi a Roma lo scorso mese di maggio. I temi toccati hanno riguardato le attività di informazione e di segnalazione dei casi, il counselling, i casi AVR in transito, i divieti di reingresso per i beneficiari dei Ritorni Volontari, il Ritorno e la Reintegrazione dei gruppi vulnerabili.
I delegati di Gran Bretagna, Svizzera, Lituania, Ungheria, Spagna e Italia – ognuno responsabile della gestione delle   discussioni su un singolo argomento – hanno presentato le loro conclusioni ai partecipanti. Uno dei punti principali sollevato da tutti è stato il bisogno di promuovere ulteriormente gli utili scambi di informazioni tra coloro che si occupano di AVR.
 
Il Direttore Oropeza ha infine esposto le riflessioni conclusive dell’OIM in quanto organizzazione coordinatrice del progetto, e ha  invitato i delegati a far proprie le indicazioni apprese nel corso di questi mesi e a diffonderle presso le reti di partenariato che si occuperanno anche in futuro di Ritorno Volontario e Assistito.
  
 
Per informazioni:

Flavio Di Giacomo, OIM ROMA - Tel: +39 06  44 186 207 - fdigiacomo@iom.int