Home / Notizie / Condanna per l’assalto vandalico di stampo xenofobo di Forza Nuova

Condanna per l’assalto vandalico di stampo xenofobo di Forza Nuova

 

Roma 4 maggio 2017 - L'Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM è stato oggi vittima di un assalto vandalico di alcuni dimostranti del movimento di destra “Forza Nuova”. Alcune decine di manifestanti hanno occupato lo spazio esterno della sede dell’organizzazione a Roma e appeso uno striscione contro le ONG che effettuano operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo, accendendo fumogeni, urlando slogan contro l’immigrazione e arrivando a schernire un migrante che stava entrando negli uffici.  

Ferma condanna per quanto avvenuto e denuncia della gravità dell’episodio è stata espressa dal Direttore dell’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo, Federico Soda, secondo il quale “colpire in modo vandalico un'organizzazione delle Nazioni Unite impegnata nel campo della migrazione non aiuterà ad affermare le posizioni di stampo xenofobo che i manifestanti si propongono di diffondere. Posizioni frutto di un’analisi confusa e superficiale, purtroppo sempre più basata su luoghi comuni che su una reale conoscenza del fenomeno”.

“Pur non essendo un’organizzazione non governativa e non svolgendo attività di soccorso nel Mediterraneo, ribadiamo l’importanza e la necessità di salvare vite e condanniamo con fermezza le accuse rivolte a tutti coloro che si impegnano nelle operazioni di ricerca e soccorso in mare”, continua Soda.

L’OIM, agenzia parte del sistema della Nazioni Unite con 166 stati membri e con quartier generale a Ginevra, si occupa in Italia di varie attività relative al fenomeno migratorio, dall’assistenza ai punti di sbarco alla realizzazione di programmi di Migrazione e Sviluppo in Africa e al sostegno al Ritorno Volontario e Assistito per quei migranti che intendono tornare nel loro paese di origine.

 

Per informazioni: Flavio Di Giacomo – Ufficio Stampa OIM – Tel 06 44 186 207/221 iomromepress@iom.int