Home / Notizie / Oltre 3000 migranti morti nel Mediterraneo nel 2017. L'OIM:"Bisogna agire"

Oltre 3000 migranti morti nel Mediterraneo nel 2017. L'OIM:"Bisogna agire"

Sono oltre 3.000 i migranti e rifugiati che nel 2017 hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo dall’inizio del 2017. E’ questo il drammatico calcolo riportato oggi dall’OIM dopo il naufragio avvenuto lo scorso weekend al largo delle coste libiche. È il quarto anno consecutivo che questo numero viene raggiunto, secondo i calcoli del Progetto Missing Migrants. 
Dalla tragedia di Lampedusa dell’ottobre 2013 – un naufragio che costò la vita a 360 persone –  i migranti morti nel Mediterraneo sono stati oltre 15.000.
"L’abbiamo ripetuto per gli ultimi quattro anni e continuiamo a dirlo: non basta più contare semplicemente queste tragiche statistiche, bisogna anche agire”, ha affermato William Lacy Swing, Direttore Generale dell’OIM. “Queste ultime notizie, giunte subito dopo le drammatiche rivelazioni sul mercato degli schiavi in Libia, sulle sofferenze subite da chi cade nelle mani dei trafficanti e sulle condizioni dei centri di detenzione in Libia, richiedono la nostra attenzione. Dobbiamo mettere fine a queste pratiche e gestire la migrazione in maniera sicura e regolare per tutti”. Leggi qui