Home / Notizie / Sbarcati a Malta i migranti della Sea Watch 3 e della Sea Eye. Gesto di concreta solidarietà europea, ma ora necessarie soluzioni più rapide e affidabili

Sbarcati a Malta i migranti della Sea Watch 3 e della Sea Eye. Gesto di concreta solidarietà europea, ma ora necessarie soluzioni più rapide e affidabili

 

Floriana/Roma/Bruxelles 10 gennaio 2019 – L’OIM esprime apprezzamento per la decisione presa da Malta di garantire un porto di sbarco sicuro ai 49 migranti soccorsi dalle navi Sea Watch 3 e Sea Eye e per la volontà di collaborazione di quegli Stati Membri dell’UE che hanno accettato di accogliere i migranti sul proprio territorio dando vita a un concreto esempio di solidarietà europea.

Va inoltre sottolineato il ruolo svolto dalla Commissione Europea nel coordinare l’accordo.

Questa azione comune rafforza la consapevolezza che gli Stati a più diretto contatto con i confini esterni dell’Unione Europea non sono i soli responsabili dell'accoglienza dei migranti soccorsi e che è necessaria più solidarietà per gestire il fenomeno degli arrivi via mare.

L'OIM riconosce l'instancabile lavoro di ricerca e soccorso condotto sia dagli Stati mediterranei dell’UE sia dalle ONG e sottolinea ancora una volta come sia un’assoluta priorità legale e morale garantire che le operazioni di sbarco dei migranti soccorsi in mare avvengano in modo rapido e in porti sicuri.

Gli eventi delle ultime settimane dimostrano l'urgente necessità di ridurre situazioni di rischio e di superare la logica degli accordi “ad hoc” attraverso lo sviluppo di meccanismi di sbarco più rapidi e soluzioni di accoglienza solidali e affidabili, in linea con la proposta congiunta OIM-UNHCR del 2018.

Da luglio 2018, l'OIM ha fornito sostegno al trasferimento di migranti e rifugiati da Malta a Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Spagna e Paesi Bassi e rimane pronta a sostenere i continui sforzi in materia di ricollocamento dei migranti.

 

Per informazioni:

Flavio Di Giacomo, Ufficio di Coordinamento OIM per il Mediterraneo, Tel: +39 06 44 186 207/221 Email: iomromepress@iom.int -  fdigiacomo@iom.int

Eliza Fenech, OIM Malta, Tel: +356 213 74613, Email: efenech@iom.int

Ryan Schroeder, Ufficio Regionale OIM per l'UE,  Tel: +32 2 287 7116, Email: rschroeder@iom.int