Home / Aree di attività / Migrazione e Sviluppo / Migrazioni e settore privato

Migrazioni e settore privato

 

SUPPORTO ALL’IMPRENDITORIA MIGRANTE

Un importante ruolo è rivestito dai migranti imprenditori e investitori, in quanto potenziali soggetti di sviluppo transnazionale, in grado di muovere risorse, accedere a nuove informazioni, connettere opportunità e creare innovazione.

Le nostre azioni sono tese a valorizzare gli investimenti produttivi dei migranti al fine di promuovere e supportare piccole e medie imprese nei propri paesi di origine. I progetti imprenditoriali vengono selezionati nei paesi terzi e supportati nel creare connessioni con potenziali investitori mobilitai all’interno delle comunità diasporiche in Italia. Eventi promozionali, momenti di scambio e sessioni formative su imprenditoria e investimenti arricchiscono poi il percorso e consolidano le relazioni tra investitori e imprenditori.

Inoltre, sosteniamo la crescita di piccole e medie imprese multiculturali ad impatto sociale, valorizzandone le caratteristiche di multiculturalità e transnazionalità come elementi identitari e di competitività. In particolare, vengono attivati percorsi di formazione e coaching finalizzati al raggiungimento di obiettivi di crescita, impatto sociale, comunicazione dell’identità multiculturale e internazionalizzazione. Le aziende vengono poi accompagnate all’accesso al credito attraverso la facilitazione di contatti e il supporto nello sviluppo e nella presentazione della richiesta di finanziamento.

 

FAVORIRE LA CIRCOLAZIONE DI COMPETENZE NEL MEDITERRANEO

Y-MED

Con un focus geografico sui paesi del Mediterraneo, promuoviamo l’attivazione di tirocini all’interno di schemi di migrazione circolare finalizzati all’acquisizione di nuove competenze e professionalità che favoriscano l’inserimento lavorativo e attivino opportunità di scambio e relazioni tra i paesi coinvolti. La migrazione infatti può favorire la circolazione di competenze e innescare processi di crescita e innovazione nonché di internazionalizzazione.

Con il progetto Y-med, i giovani selezionati prendono parte ad uno stage in aziende italiane per un massimo di 6 mesi. Lo stage è preceduto da una fase preparatoria nel paese di residenza composta da un corso di lingua italiana, elementi di cultura italiana e di approccio alla multiculturalità, consolidamento delle soft skills.

Lo sviluppo delle competenze è costantemente monitorato durante il percorso di tirocinio e, al termine dell’esperienza, ai tirocinanti è garantito un accompagnamento per l’inserimento lavorativo nei Paesi di origine.