Home / Notizie / Notizie

Notizie

In Libia migliaia di vite minacciate dal conflitto e dalla pandemia COVID-19

14 maggio 2020 - Il conflitto e la pandemia di COVID-19 rappresentano una minaccia significativa alla vita in Libia. La salute e la sicurezza dell’intera popolazione del paese sono a rischio, mentre le ostilità continuano senza sosta. Circa 400.000 libici sono stati sfollati dall’inizio del conflitto e risulta allo stesso tempo particolarmente preoccupante la situazione di migranti e rifugiati.

L’OIM supporterà i cittadini britannici che intendono mantenere la residenza in Italia

Roma 28 aprile –  Accompagnare i cittadini britannici nell’espletamento di tutte quelle procedure necessarie per assicurarsi e mantenere il diritto di residenza in Italia dopo la fine del periodo di transizione. E’ questo l’obiettivo di un nuovo programma realizzato dall’OIM con il finanziamento del Governo britannico.

Libia: l’OIM preoccupata per il destino di centinaia di migranti riportati a terra e di cui non si ha più notizia

Ginevra  17 aprile - L'OIM esprime grave preoccupazione per la sorte di centinaia di migranti che quest'anno la Guardia Costiera libica ha riportato a terra e dei quali non si hanno più notizie.

L'OIM invoca la solidarietà europea nelle attività di soccorso nel Mediterraneo durante l’emergenza Covid-19

Ginevra 9 aprile - In un momento in cui i migranti continuano a tentare la traversata del Mediterraneo in fuga da violenze, abusi e  povertà, è necessario che il diritto marittimo internazionale e gli obblighi in materia di diritti umani continuino a essere rispettati anche durante l'emergenza COVID-19. La crisi dovrebbe rafforzare la nostra volontà collettiva di difendere la vita, proteggere i diritti e trovare soluzioni comuni e flessibili per le sfide che ci riguardano tutti.

COVID-19: i diritti e la salute di migranti, rifugiati e apolidi devono essere protetti

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO OIM-UNHCR-WHO-OHCHR
Ginevra - Siamo tutti vulnerabili davanti al COVID-19. Il virus ha dimostrato di non discriminare nessuno. Ciononostante, molti rifugiati, persone costrette alla fuga, sfollati, apolidi e migranti sono a grandissimo rischio.

COVID-19: l’OIM diffonde un volantino informativo tradotto in 26 lingue e rivolto agli stranieri che vivono in Italia

Roma 27 marzo - L’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM ha realizzato un volantino informativo sul COVID-19, tradotto in 26 lingue. Le lingue finora tradotte sono: amarico, arabo, bambara, bengalese, cinese, curdo, edo, inglese, esan, francese, fula, igbo, italiano, mandinka, hausa, pashtu, pidgin, rumeno, russo, somalo, soninke, spagnolo, tigrino, urdu, wolof, yuruba

 

Riportati in Libia 49 migranti che si trovavano su un barcone in acque territoriali maltesi. La preoccupazione dell’OIM.

Ginevra 16 marzo – A seguito dell’informazione secondo la quale un’imbarcazione di legno che trasportava 49 migranti è stata riportata in Libia dopo un guasto al motore avvenuto in acque maltesi, l'OIM esprime forti preoccupazioni per quella che appare essere una violazione del diritto marittimo internazionale.

L’OIM:necessario rispondere con approccio umanitario a quanto accade lungo il confine tra UE e Turchia

Ginevra - L'OIM esorta tutti gli Stati ad adottare un approccio equilibrato e umano nei riguardi dei movimenti di popolazione che stanno interessando il confine tra Unione Europea e Turchia. Invita inoltre a rispettare gli obblighi legali internazionali, in particolare in relazione a coloro che potrebbero avere bisogno di protezione internazionale.

Appello dell'OIM alla comunità internazionale: agire con urgenza per trovare alternative agli sbarchi in Libia

Ginevra 19 febbraio - L’OIM lancia un appello alla comunità internazionale, compresa l’Unione Europea, affinché si trovino alternative e meccanismi di sbarco sicuri per i migranti soccorsi in mare e che sono in fuga dalla Libia. 
Necessario mettere in atto azioni concrete per assicurarsi che le persone soccorse in mare siano portate in porti sicuri e che il sistema di detenzione arbitrario in Libia venga smantellato.

Una delegazione di giornalisti africani visita le redazioni italiane per parlare di informazione e migrazione

Roma 14 febbraio - L’OIM e l’associazione Carta di Roma hanno invitato in Italia una delegazione di giornalisti provenienti da Nigeria, Costa d’Avorio, Senegal e Tunisia per visitare importanti redazioni italiane e scambiare opinioni e informazioni con i giornalisti che in Italia si occupano di migrazione.