L'Italia è uno dei paesi fondatori dell'OIM. I rapporti tra il governo italiano e l'Organizzazione sono regolati da un accordo firmato a Roma il 23 giugno 1967. La Missione dell’OIM di Roma ha un ruolo di coordinamento per i paesi del Mediterraneo. Scopri di più sull'OIM in Italia

OIM nel mondo 

Fondata nel 1951, l'OIM è la principale organizzazione intergovernativa nel campo della migrazione e lavora a stretto contatto con partner governativi, intergovernativi e non governativi. 

Con 174 stati membri, 8 stati con lo status di osservatore e uffici  presenti in oltre 100 paesi, l'OIM si dedica a promuovere una migrazione umana e ordinata a beneficio di tutti, fornendo servizi e assistenza sia ai governi sia ai migranti. 

L'OIM lavora per garantire una gestione ordinata e umana delle migrazioni, per promuovere la cooperazione internazionale sulle questioni migratorie, per assistere nella ricerca di soluzioni pratiche a problematiche legate alla migrazione e per fornire assistenza umanitaria ai migranti in difficoltà, compresi rifugiati e sfollati interni. 

La Costituzione dell'OIM riconosce il legame tra la migrazione e lo sviluppo economico, sociale e culturale, così come il diritto alla libertà di movimento. 

L'OIM lavora nelle quattro grandi aree della gestione delle migrazioni: 

  • Migrazione e sviluppo 
  • Facilitare la migrazione 
  • Regolamentare la migrazione 
  • Migrazioni forzate. 

In queste aree l'OIM svolge attività di promozione del diritto internazionale in materia di migrazione, di protezione dei diritti dei migranti, interviene nel dibattito sulle politiche migratorie, si occupa di temi relativi a migrazione e salute nonché di quelli relativi alla dimensione di genere della migrazione.